Teppisti dei sogni
  HOME biografia storia gallery guestbook contatti
TEPPISTI DEI SOGNI - STORIA DEL GRUPPO
     
  storia1  

 

La trentennale attività musicale del gruppo i TEPPISTI DEI SOGNI composto da

Antonino "Toni" Cannarozzo (batteria - percussioni)
Gino “Jimmy” Borsellino ( tastiere, computer e voce)
Salvatore “Totò” Giordano (chitarra elettrica, acustica, classica e voce)
Giuseppe “Pino” Falletta (basso elettrico e voce)

si può valutare appagante, in quanto contrassegnata da successi, seguiti da appassionanti tournée, che hanno negli anni consolidato e riaffermato il successo di ascolto e di pubblico, per cui la definizione “gruppo storico” risulta termine abbastanza appropriato essendo l’attività musicale iniziata nel 1973 e mai interrotta:

 

1974

Prime esperienze discografiche di alcuni "45" che permettono al gruppo una conoscenza regionale ed esibizioni in vari spettacoli ottenendo fin da subito vasti consensi.

1977

Con una casa discografica di Roma, "Piccolo Fiore dove vai" diventa un enorme successo di vendite, così come il primo LP dal titolo “Tu Amore Mio” che permette al gruppo di ottenere, l'assegnazione del < Disco D'Oro >, considerato il grosso successo di pubblico e di vendite e, i primi tour in Italia e all'estero.

1978

Prima tournée negli Stati Uniti con concerti in locali famosi del New Jersey, New York, Boston e Philadelphia.

1979

Secondo album: "Sei Tu L'Amore", contrassegnato dalla collaborazione con nuovi e diversi autori, uno dei quali Seffer, autore milanese del brano omonimo che dà al gruppo quella spinta poetica, la quale, attraverso l’elaborazione musicale realizzata dal gruppo, melodia e arrangiamenti nonché dei canti e particolarità dei cori, riconfermerà il successo italiano ed estero. Partecipano inoltre a diverse manifestazioni tra le quali il Festival della Canzone Siciliana, condotto da Pippo Baudo, dove con il singolo "Si torni Tu", vincono al primo posto.

1980

Tornano a gran richiesta negli U.S.A., Madison Square Garden di New York (tempio della musica), dove con due memorabili concerti, pomeridiano/serale, e la partecipazione di pubblico a dir poco entusiasmante (15.000 presenze per concerto), ottengono un grande successo, nello stesso anno realizzano una puntata in Canadà, Teatro Olimpico di Toronto (altro luogo di grande impatto emotivo) ottenendo consensi di critica e presenze da stadio.

1981

Ancora consensi ancora un album ancora freschi autori "La Mia Solitudine", con il quale sviluppano nuovi temi musicali, raggiungendo una maturazione che permette al gruppo la riconferma a livelli continentali, con tournée in Germania, Svizzera, Francia ed altre nazioni dell’Europa, ottenendo ovunque, consensi da parte di pubblico e critica.

1985

Successivamente un salto di qualità, questa volta per conto della Durium, casa discografica di Milano, con la quale incidono “Explosion”, partecipazione in programmi RAI e successive tournée in varie parti d' Europa.

Anni 90

Conoscono il produttore della Disco Magic etichetta milanese, con la quale incidono il disco che porta il nome del gruppo “Teppisti dei Sogni”; disco che è motivo di grande gratificazione per il riconoscimento a RAI 1 da parte della critica con la Vela d'argento, premio alla carriera.

Questi ultimi anni sono caratterizzati dall'uscita di varie antologie e raccolte degl’innumerevoli brani di successo, con conseguenti tour italiani ed esteri.

1999/2004

Storia di oggi.

Il primo disco live della carriera che è frutto di ben due stagioni di lavoro, registrato interamente dal vivo con due versioni del brano che ha segnato tutte le tappe fondamentali della storia de i “Teppisti dei Sogni”, una versione delle quali, quella che chiude il disco, veramente molto simpatica e piacevole, dedicata a tutte le feste di piazza.

Undici canzoni, di buona fattura musicale, delle quali due inedite con testi molto attuali, suoni moderni, reminiscenze etniche, con delicati ricami di pianoforte e squisiti tocchi qua e la di chitarra elettrica e, con sezioni di archi in primo piano, una nuovissima veste, forse la più adeguata, per "Piccolo Fiore dove vai, giusto per dare un consono riconoscimento a quella che è stata, insieme a parecchie altre comunque, la canzone guida della vita artistica de i “Teppisti dei Sogni”; canzoni che hanno permesso di portare in giro per il mondo la tradizione melodica e culturale, racchiusa nei testi e nella musica e riuscendo con le esibizioni dal vivo a trasmettere al pubblico, i sentimenti e le emozioni che tutt’oggi animano l’ottimo feeling raggiunto dal gruppo.

storia2
   

 

Il Gruppo

Toni Cannarozzo batteria

Jimmy Borsellino tastiere & canto

Peppe Falletta basso & canto

Totò Giordano chitarre & canto

additional musician Emanuele Gattuso pianoforte & hammond & programming

teppisti dei sogni
   
Teppisti dei sogni © - Tutti i diritti riservati - Sito ottimizzato per una visione 1024x768 - Powered by Trilly